Che cosa significa davvero avere un buon rapporto con il proprio corpo


...o come iniziare a costruirne uno

healthy body relationship

Sia che si desideri iniziare un percorso per concentrarsi sul proprio benessere e sulla propria salute, sia che si stiano già raggiungendo i propri obiettivi, coltivare e mantenere un sano rapporto con il proprio corpo è un aspetto fondamentale di uno stile di vita appagante e in salute.

 

Ecco di seguito, alcuni spunti e consigli da mettere in pratica, anche subito.

 

Rapporto positivo con il proprio corpo

Il movimento Body Positivity sta divendando ogni giorno più popolare; l'idea dietro questa ideologia di positività nei confronti del proprio corpo va ben oltre l'immagine che si ha di se stessi o l'insicurezza. Certo, una relazione positiva con il proprio corpo include autostima e accettazione di se stessi. Ma significa anche vivere in armonia con il proprio corpo, ascoltarlo, rendersi conto dei suoi bisogni e nutrirlo, avendone cura in molteplici modi.

Se si prendono in considerazione le nostre altre relazioni personali, come le descriveremmo? Sane? Mutualmente consenzienti? Amorevoli? O invece potrebbero, al contrario, essere relazioni tossiche,disfunzionali o di dipendenza? Nello stesso modo in cui intratteniamo relazioni sociali con altre persone, dobbiamo mettere impegno nel coltivare e mantenere una relazione sana con i nostri corpi.

Che cosa significa esattamente? La risposta è diversa per ognuno di noi. Tutti siamo individui unici e insostituibili, con diverse paure e aspirazioni, con diverse abilità o capacità, e in diversi contesti. Per esempio, non esiste un unico modo di avere un rapporto sano con il proprio corpo: ogni persona deve decidere cosa sia meglio per sè e con quali abitudini e azioni raggiungere i propri obiettivi.

 

Che cosa NON è una relazione positiva con il proprio corpo:

  • Cura di sé. Questo aspetto è soltanto una parte di un rapporto sano con il proprio corpo, ma la sola cura di se stessi non è abbastanza per ottenere longevità. 
  • Eccessiva indulgenza. Lasciare spazio ai propri cibi preferiti, anche se non rientrano nella top list degli alimenti più salutari, è importante; tuttavia essere eccessivamente indulgenti e sentirsi a posto nel breve termine, potrebbe rivelarsi in futuro un grande errore.
  • Ossessione. Stabilire obiettivi è importante, ma diventarne ossessionati e non pensare ad altro, porta spesso ad avere un esaurimento. Una relazione positiva con il proprio corpo dovrebbe essere parte integrante di uno stile di vita sano, non un controllo da mantenere ossessivamente.

Fatte queste premesse, ecco cinque passi fondamentali per intraprendere un percorso verso una completa e positiva consapevolezza del proprio corpo.

Step one...get started!

Primo step: porsi un obiettivo e impostare dei traguardi

Come si è detto, il rapporto con il proprio corpo è unico per ogni individuo. Tuttavia, l'obiettivo iniziale è universale: "Imparerò a far fiorire e mantenere un rapporto positivo con il mio corpo". Occorre scrivere questa frase motivazionale in un posto ben visibile, per aiutarsi a ricordare quanto sia importante questa ambizione. Impostare un programma regolare e ragionevole per migliorare con costanza e raggiungere dei traguardi stabiliti (per esempio, perdere 5 chili di grasso corporeo in un anno, oppure iniziare a cucinare a casa pasti a base vegetale).

 

Secondo step: fissare un punto di riferimento

Seguire un percorso per raggiungere un punto B sarà sicuramente e inutilmente difficile, se non è chiaro quale sia il punto A di partenza.Quindi, con i traguardi impostati attraverso il primo step, si può iniziare a pianificare il tipo di lavoro necesario per raggiungerli.

Ad esempio, se un traguardo consiste nel perdere 5 chili di massa grassa entro la fine dell'anno, si può utilizzare la bilancia smart FitTrack, determinare quale sia la attuale massa grassa e, dunque, decidere quanto sia effettivamente necessario e fattibile perdere. In base alla tipologia di massa grassa, subcutanea o addominale per esempio, si potrà capire meglio che strategia adottare. Inoltre, è bene informarsi in modo adeguato sulle modalità più efficaci per bruciare grassi. Il nostro blog è un'ottima risorsa e una guida per perdere peso in modo salutare.

 

Se invece, uno dei propri obiettivi consiste nell'imparare a cucinare a casa pasti a base vegetale, si può stilare una lista di ricette, dividendole in ricette già collaudate e idee nuove da provare. Si possono poi sostituire alcuni ingredienti, con altri di origine vegetale, oppure aggiungere nuove verdure per abbinare sapori del tutto originali!

kindness changes everything

Terzo step: essere gentili con noi stessi

A prescindere da quale sia il punto di partenza, il cammino da seguire può essere piuttosto difficile. Questo significa che si possa occasionalmente sbagliare strada, o perdere la direzione. La buona notizia? Capita a tutti. Magari un giorno la nostra massa grassa sale, invece di scendere. Oppure una settimana non si riesce a mangiare sempre in modo equilibrato e nutriente come si era stabilito. Non è la fine del mondo.

Bisogna ammettere che a volte i progressi raggiunti si mettano in pausa; è bene cercare di ragionare su quello che sta succedendo. Magari la settimana successiva si riprenderà il controllo e andrà meglio.

Per questo motivo è bene stabilire delle scadenze e dei progressivi punti di riferimento.

 

Quarto step: smettere di pensare a un regime dietetico

Qual'è il motivo numero 1 per cui molte diete falliscono? Sono troppo rigide per essere seguite. Questa è la ragione per cui è meglio modificare passo per passo il proprio stile di vita, piuttosto che passare da una dieta all'altra.

Invece di bandire alcuni cibi o fissare un regime calorico molto limitato, bisogna prestare attenzione all'effetto dei diversi alimenti sulla nostra salute e sul nostro benessere, utilizzando il report FitTrack Pro. Questi report sono molto utili per annotare come l'esercizio fisico influisca sul proprio organismo, o per pianificare attività.

È noto che seguire in modo altalenante ferrei regimi dietetici, abbia anche effetti negativi a lungo termine. Al contrario, avere una relazione positiva con il proprio corpo permette di prenderse cura e di nutrirlo per renderlo il più sano ed efficiente possibile.

E con questi presupposti, si passa all'ultimo punto...

know yourself

Quinto step: resettare le abitudini quotidiane

Per essere in armonia con il proprio corpo, bisogna nutrirlo. Ci sono alcune inconfutabili verità (ad esempio carboidrati complessi e zuccheri aggiunti sono nocivi), ma poi ognuno di noi deve imparare ad ascoltare soltanto il proprio corpo e a soddisfare al meglio i propri bisogni.

Alcune persone rispondono bene a uno stile di vita a ridotto contenuto di carboidrati, altri invece stanno meglio alimentandosi solo con frutta e verdura. Se prestare attenzione a come ci si sente è il primo passo, il successivo consiste nell'utilizzare il report FitTrack Pro per monitorare i propri parametri e valori e imparare come le nostre abitudini quotidiane possano influenzarli. 

Occorre stabilire una routine di cura personale, cercare di andare (quasi) sempre a letto alla sera alla stessa ora. Mettere in pratica queste abitudini, consente di prepararsi gradualmente a cambiamenti positivi ancor più radicali per sentirsi sempre più in sintonia con il proprio corpo.

 

Per riepilogare:

  • Stabilire obiettivi per intraprendere e mantenere un rapporto sano con il proprio corpo, fissare anche dei piccoli traguardi da raggiungere in modo costante e progressivo.
  • Individuare dei punti di riferimento, per essere sicuri di raggiungere ogni singolo traguardo.
  • Essere gentili con se stessi durante tutto il percorso e permettersi di sbagliare. Un progresso complessivo è più importante di un risultato immediato.
  • Evitare regimi dietetici restrittivi. Focalizzarsi invece sullo stile di vita in generale.
  • Iniziare con le basi e resettare le proprie abitudini per avvicinarsi agli obiettivi desiderati.

Abbiamo progettato FitTrack Dara proprio per aiutare a prendersi cura di sè,  raggiungere un rapporto armonico con il proprio corpo e vivere uno stile di vita adatto a ognuno di noi.

Monitorando 17 indicatori di salute, si avrà accesso agli strumenti necessari per controllare in maniera olistica salute, benessere, perdita di peso. Pronti per iniziare questo percorso?